Maltese

I nostri maltese maschi

NOME: AERON
SESSO:  MASCHIO – COLORE: BIANCO
DATA DI NASCITA: 22/06/2013

(visualizza il suo pedigree LO13111973)

NOME: EXTAZY CITTA DEL FIORE
SESSO:  MASCHIO – COLORE: BIANCO
DATA DI NASCITA: 13/10/2014

(visualizza il suo pedigree LI1599850)

I nostri maltese femmina

NOME: ANGELICA
SESSO:  FEMMINA – COLORE: BIANCO
DATA DI NASCITA: 27/04/2013

(visualizza il suo pedigree LO1383468 )

NOME: DI AMICO CANE BIANCA
SESSO:  FEMMINA – COLORE: BIANCO
DATA DI NASCITA: 13/07/2010

(visualizza il suo pedigree LO10191394 )

Standard di Razza

ORIGINE

Mediterraneo centrale

UTILIZZO

Cane da compagnia

CLASSIFICAZIONE FCI

Gruppo 9 : Cani da compagnia
Sezione 1 : Bichons e simili
Senza prova di lavoro

CENNI STORICI

Il nome non significa che provenga dall’isola di Malta, poiché l’aggettivo ” maltese ” viene dal vocabolo semitico “màlat ” che significa ” rifugio ” o ” porto “. Gli antenati di questo piccolo cane vivevano nei porti del mediterraneo centrale dove combattevano i ratti e i topi che pullulavano nei magazzini portuali e nelle cale dei battelli. Si tratta pertanto di una razza molto antica conosciuto già ai tempi dei romani, che in seguito fu adottata nei salotti eleganti del Rinascimento.

ASPETTO GENERALE

Cane di piccolo formato, con tronco allungato. Coperto da pelo molto lungo e bianco. Molto elegante, con un portamento della testa fiero e dignitoso.

PROPORZIONI IMPORTANTI

la lunghezza del tronco supera di circa il 38% l’altezza al garrese. La lunghezza della testa è uguale a 6/11 dell’altezza al garrese.

COMPORTAMENTO / CARATTERE

Vivo, affettuoso, molto docile, molto intelligente.

REGIONE CRANIALE

Testa: lunghezza pari a 6/11 dell’altezza al garrese. Piuttosto larga, tanto che la larghezza supera la metà della lunghezza.
Cranio:  il cranio è di lunghezza leggermente superiore a quella del musello. La larghezza fra gli zigomi è uguale alla sua lunghezza e per conseguenza superiore a metà della lunghezza della testa. In senso sagittale, è di forma leggermente ovale. La parte superiore del cranio è piatta, con una protuberanza occipitale molto marcata; molto sviluppate anche le protuberanze frontali e sopracciliari; pressoché invisibile il solco frontale; pareti laterali un poco convesse.
Stop: molto marcato con un angolo di 90 gradi.

REGIONE FACCIALE

Tartufo: nel prolungamento della canna nasale, faccia anteriore verticale quando vista di profilo. Voluminoso con narici aperte, arrotondato e rigorosamente pigmentato di nero.
Musello: la lunghezza del musello è pari a 4/11 della lunghezza della testa; è quindi inferiore a poco meno della metà. Regioni sotto orbitali ben cesellate. Altezza pari a poco più dell’80% della larghezza. Le facce laterali sono parallele, ma il musello, visto di fronte, non deve sembrare squadrato, poiché la faccia anteriore si raccorda con curve alle facce laterali. Canna nasale rettilinea con solchi ben marcati nella parte centrale.
Labbra: viste di fronte, le labbra superiori, nella loro giunture, hanno forma di un arco molto aperto. Poco sviluppate in altezza e con commessura invisibile. Le labbra superiori si adattano perfettamente quelle inferiori, così che il profilo inferiore del musello è definito dalla mandibola.
Mascelle/Denti: normalmente sviluppate e di apparenza leggera, si adattano perfettamente. La mandibola è dotata di branche rettilinee e non è sfuggente né prognata nella parte anteriore. I denti sono bianchi con dentatura completa. Articolazione a forbice.
Occhi: aperti, con espressione viva e attenta, di grandezza superiore alla media, a forma quasi circolare. Palpebre ben aderenti al globo oculare che non è mai infossato ma al contrario un poco sporgente. Gli occhi sono collocati sullo stesso piano frontale. Congiuntiva non visibile. Di colore ocra scuro, con bordi delle palpebre neri.
Orecchie: di forma pressoché triangolare, con una larghezza pari a circa 1/3 della lunghezza. Attaccate alte al di sotto dell’arcata zigomatica, poco erettili, cadenti e in contatto con la parete laterale del cranio.

COLLO

Anche se ricoperto da pelo abbondante, la demarcazione con la nuca è ben visibile. Profilo superiore bombato. Lunghezza pari a circa metà dell’altezza al garrese. Portato eretto, non presenta pelle lassa.

CORPO

La lunghezza supera del 38% l’altezza al garrese.
Garrese: leggermente rialzato sulla linea del dorso.
Profilo superiore: rettilinea fino all’attacco della coda.
Dorso: lunghezza pari al 65% dell’altezza al garrese.
Groppa: nel prolungamento della linea dorso lombare, molto larga e lunga; obliquità di dieci gradi sull’orizzontale .
Petto: regione sternale molto lunga. Torace ampio, ben disceso al di sotto del livello dei gomiti, con costole non molto cinturate. Perimetro toracico che supera di 2/3 l’altezza al garrese.

CODA

Attaccata nel prolungamento della groppa, è grossa alla radice e fine in punta. Lunghezza pari al 60% dell’altezza garrese. Forma una sola grande curva, con la punta che ricade fra le anche toccando la groppa. Ammessa una coda ricurva su un lato del tronco.

ARTI ANTERIORI

Considerati nel loro insieme, sono ben applicati e bene in appiombo
Spalla: lunghezza pari a 1/3 dell’altezza garrese, obliquità sull’ orizzontale da 60 a 65 gradi. Quasi parallela al piano mediano del tronco.
Braccio: più lungo della spalla, misura da 40 a 45% dell’altezza al garrese; obliquità sull’orizzontale di 70 gradi. Ben applicato contro il tronco nei due terzi superiori, direzione longitudinale pressoché parallela al piano mediano del corpo.
Gomiti : paralleli al piano mediano del tronco.
Avambraccio: asciutto con pochi muscoli visibili, ma con ossatura piuttosto robusta in rapporto al formato della razza. Meno lungo del braccio, misura il 33% dell’altezza al garrese. Altezza, misurata dal suolo alla punta del gomito, pari al 55% dell’altezza al garrese.
Carpo: nell’asse verticale dell’avambraccio, molto mobile, senza nodosità. Coperto di pelo fine.
Metacarpo: stesse caratteristiche del carpo e, essendo così corto, verticale.
Piedi anteriori: rotondi, con dita ben unite e arcuate; cuscinetti e tubercoli digitali neri; unghie completamente nere o almeno molto scure.

ARTI POSTERIORI

Visti nel loro insieme sono di ossatura robusta, paralleli fra di loro e, visti da dietro, verticali dalla. Della natica al suolo.
Cosce: dotate di muscoli robusti, con bordo posteriore convesso. Parallele al piano mediano del tronco, leggermente oblique dall’avanti all’indietro. Lunghezza pari al 40% dell’altezza garrese, con larghezza lievemente inferiore alla lunghezza.
Gamba: concavità poco visibile, obliqua sull’orizzontale di 55 gradi, leggermente più lunga della coscia .
Garretto: l’angolo anteriore del garretto è di 140 gradi.
Metatarso: distanza dal suolo dell’articolazione tibiotarsica leggermente superiore a 1/2 dell’altezza al garrese. La lunghezza corrisponde l’altezza al garrese. Perfettamente in appiombo.

ANDATURA

Unite, raso al suolo, sciolti, con un trotto dalle folate corte e rapide.

PELLE

Ben applicate su tutto il corpo, pigmentata con macchie scure oppure di colore rosso vinoso specialmente sul dorso. I bordi delle palpebre, la terza palpebra e i bordi delle labbra sono neri.

MANTO

Pelo: dance, lucente, brillante, di tessitura setoso, pesantemente cadente è molto lungo su tutto il corpo e rimane dritto in tutta la sua lunghezza senza ondulazioni. Sul tronco, deve superare l’altezza al garrese e ricadere pesantemente al suolo. Fiocchi e mèches sono ammessi sugli arti anteriori, del gomito fino al piede e sugli arti posteriori alla grassella al piede. Non vi è sottopelo. Sulla testa il pelle molto lungo, così come sulla canna nasale, dove si confonde con la barba, e sul cranio, dove cade confondendosi con quello delle orecchie. Sulla coda, i peli ricadono su un solo lato del tronco, cioè sul fianco sulla cosce, e sono di lunghezza tale dal raggiungere il garretto.
Colore: bianco puro, ammesso un colore avorio pallido. Tollerata ma non desiderate tracce di striature arancione pallido a condizione che diano l’impressione di peli sporchi. Si tratta comunque di un difetto.

TAGLIA

Altezza al garrese
Maschi: da 21 a 25 cm
Femmine: da 20 a 23 cm.

PESI

da 3 a 4 kg

DIFETTI

Ogni scarto da quanto sopra deve essere considerato un difetto da penalizzare in funzione della sua gravità
Strabismo bilaterale
Lunghezza del tronco che supera del 43% l’altezza garrese.

DIFETTI GRAVI
Canna nasale nettamente convessa
Prognatismo inferiore accentuato, se altera l’aspetto esteriore del muselloTaglia le maschi superiore a 26 centimetri o inferiore a 19; nelle femmine superiore a 25 centimetri o inferiore a 18

DIFETTI ELIMINATORI
Divergenza o convergenza accentuata degli assi cranio facciali
Depigmentazione totale del tartufo o tartufo di colore diverso dal nero
Prognatismo superiore
Occhio vairone
Depigmentazione totale delle palpebre
Anuria, brachiuria sia congenita che artificiale
Pelo frangiato
Colori diversi dal bianco o bianco avorio
Macchie di qualsiasi colore ed estensione

N.B. I maschi devono avere i testicoli di aspetto normale completamente discesi nello scroto.